Magnetismo Terrestre: Introduzione

campo magnetico

La Terra è sede di un campo magnetico la cui origine e soprattutto il cui mantenimento è dovuto alla dinamica del ferro fluido presente nel nucleo terrestre.
Il campo magnetico terrestre non si espande liberamente nello spazio interplanetario ma è confinato dal vento solare entro una precisa regione di spazio che prende il nome di magnetosfera. Conseguenza dell’interazione tra il vento solare e la magnetosfera è la formazione di un complesso sistema di correnti magnetosferiche responsabili della generazione di campi magnetici secondari. Il campo magnetico misurato sulla superficie del nostro pianeta è pertanto la sovrapposizione di campi di origine interna alla Terra e di origine esterna, prodotti dalle correnti elettriche che circolano nella ionosfera e nella magnetosfera.
La registrazione continua del campo magnetico terrestre consente quindi da un lato di comprendere le proprietà fondamentali del campo e dall’altro di studiare le diverse sorgenti all’origine del campo stesso.
L’obiettivo principale del gruppo di geomagnetismo dell’INGV è di monitorare il campo magnetico terrestre tanto su territorio italiano quanto su quello antartico e di utilizzare i dati raccolti per studi scientifici.